Tortoreto (Te): alla scoperta della cucina per celiaci

(DAM) Tortoreto (Te) – La celiachia è un’intolleranza al glutine che in Italia colpisce circa l’1% delle persone, anche se il numero dei celiaci è in continuo aumento. La causa del problema sta in una proteina che si trova principalmente in alcuni cereali come il farro, il frumento, l’orso, la segale, il kamut, la spelta e il triticale.

La malattia non può essere curata con nessun farmaco, ma si possono evitare dei problemi esclusivamente evitando di far assumere al celiaco quei prodotti alimentari che contengono il glutine, onde evitare gravi effetti alla salute.

Il problema sta non solo nell’assumere cibi che non hanno presenza del glutine, come quelle indicate in una apposito prontuario degli alimenti, ma evitare quei cibi che possono avere sia contaminazioni crociate (dovute all’incrocio con prodotti con glutine durante la lavorazione e produzione), sia contaminazioni ambientali (dovute a comportamenti igienici sbagliati).

Evitare qualsiasi contatto con il glutine deve essere il principale obbiettivo per chi cucina per un celiaco. Proprio per questo sono nati dei ristoranti che sono proprio specializzati per la cucina per celiaci e che rispettano queste principali norme:

  1. Lavare sempre bene le mani, gli strumenti e le postazioni di lavoro in cucina. Evitare l’uso di strumenti come posate, taglieri di legno che assorbano cibi.

  2. Consultare il prontuario degli alimenti permessi o meno.

  3. Preferire piatti base dove sicuramente non c’è il glutine come i cereali, la carne, i formaggi, la frutta, il latte, le patate, il pesce, i legumi le uova, la verdura, lo yogurt.

  4. Preparare piatti senza glutine con farine speciali senza glutine, preparate da aziende specializzate, in modo tale da poter far gustare alle persone intolleranti al glutine anche dei piatti gustosi che non tolgano il gusto della buona cucina.

A tal proposito, come esempio di pietanze per celiaci senza glutine, vi giriamo la ricetta del fritto misto, tipico della zona della Provincia di Teramo più a Nord, offerta dal ristorante – pizzeria “Ulivo Mare” di Tortoreto (Te).

Fritto misto per celiaci “Ulivo Mare”: formaggio fritto, olive e cremini senza glutine

Precedente Nelle forme della Maiella e del Gran Sasso, le fattezze umane di Maia e di Hermes Successivo Giulianova (Te): il 31 luglio incontro con lo scrittore Stefano Caso autore di "LIBRERIA LUIGI"