Il peperone dolce di Altino Oasi di Serranella prodotto della tradizione abruzzese

(DAM) Altino (Ch) – Il peperone dolce di Altino Oasi di Serranella è un prodotto della tradizione abruzzese, coltivato nella zona di Altino e dintorni, dove sarebbe stato importato dalle popolazioni balcaniche cristiane in fuga dai Turchi Ottomani tra il Cinquecento e il Seicento.

Peperone Dolce Altino Oasi Serranella

Il suo aspetto tipico, quando giunge a maturazione, è quella di essere di colorito rosso e di avere una classica forma a cornetto con i frutti rivolti verso l’alto e proprio per questo motivo gli viene dato il soprannome di “cocce capammonte”.

La lavorazione del peperone prevede: la raccolta e poi la conservazione sulle classiche collane di peperoni dove vengono lasciati all’area ad essiccare per poi essere utilizzato per intero o macinato in polvere che può essere utilizzata come condimento nella cucina popolare abruzzese e come spezia per gli insaccati tipici della zona come le salsicce e la ventricina.

Nel 2017, a tutela del peperone dolce di Altino Oasi Serranella che da almeno 150 anni non subisce modifiche sostanziali, è nata l’associazione dei produttori del peperone di Altino che autorizza l’utilizzo del marchio solo a quelle aziende agricole che rispettano determinati parametri di produzione e qualitativi.

Un importante risultato per un prodotto tradizionale che ha bisogno di essere tutelato e valorizzato per raccogliere le sfide del grande mercato globale.

Precedente Lettomanoppello: il Sindaco Simone D'Alfonso sul turismo Successivo Farindola, alla scoperta del "Caseus Vestinus" e della Transumanza Verticale