Due chiacchiere con Alessandra Spagone l’animalista di Lanciano (Ch) che capeggia la protesta contro la Regione

Alessandra Spagone

enerdì 2 febbraio, si è tenuto davanti la sede della Regione Abruzzo di Viale Bovio a Pescara, un sit – in di protesta del gruppo animalista per la “Tutela dei Cani Abruzzesi nei Canili”, presieduto dall’attivista Alessandra Spagone di Lanciano (Ch).

Il gruppo animalista ha chiesto “maggiori controlli riguardanti l’applicazione della Legge Regionale sul randagismo e modifiche della stessa per garantire che non sia interpretabile e/o raggirabile”.

A tal proposito, noi abbiamo fatto due chiacchiere con Alessandra Spagone per sapere a distanza di alcuni giorni cosa è successo:

Cosa avete ottenuto col vostro sit in davanti la regione?

“Nulla di ciò che ci aspettavamo fino ad ora. Sembrava che ci volessero ascoltare ma poi non ci hanno mai dato un appuntamento, stiamo ancora aspettando”.

Cosa direte agli amministratori regionali se gli incontrerete?

“Stiamo facendo una raccolta firme in tutto l’Abruzzo e la presenteremo alla regione, in allegato c’è tutto ciò che chiediamo”

Come si svolgerà questa raccolta firme?

“Ci sono  diverse persone che stanno raccogliendo firme in tutta la regione. Ci stiamo organizzando per costituire anche un comitato”

Precedente Carmelina De Rienzo sulla serata "Amici dei Mici Sambenedettesi" Successivo Montesilvano: domani sera party Carnevale e compleanno del Jammin's Club, con i "Cristiani D'Avena"