L’Astrattismo

Wassily Kandinsky. (Photo by Fine Art Images/Heritage Images/Getty Images)


(DAM) Gorizia – L’ arte all’inizio del Novecento è caratterizzata da molti movimenti artistici che incentrano il proprio interesse di esprimere la realtà, per mezzo del colore e di tutte le sue combinazioni e dividendo in modo geometrico le sue forme , viene esclusa in modo assoluto l’interesse per la natura e l’aspetto umano, così nasce il cosiddetto “Astrattismo”.

Anche il termine astrarre dal latino (abstrahere) esprime la volontà di separare ,cioè fuggire da forme e figure conosciute e facilmente riconoscibili.

I pittori Astrattisti portano avanti una pura mentalità del bello senza ispirarsi alla realtà che loro vedono deleteria e poco profonda.

La loro pittura si esprime di molta luce,colori puri,di forme elementari che non si rifanno a figure e composizioni conosciute .

Il maggiore esponente dell’Astrattismo fu Kandinskiy .

Ma, qual è la molla che li fa andare avanti? Gli Astrattisti portano avanti l’esaltazione di una società spirituale in contrapposizione al materialismo che si stava imponendo nella società, cercando di eliminare ogni riferimento con la realtà vista come un “humus” che alimenta la perversione economica, obbligando il suo pubblico a perseguire valori prettamente spirituali.

Gli Astrattisti cercano di creare un’espressione universale e di trasmetterlo in tutti i campi (nel design e nell’architettura) attraverso la fusione di colori e forme geometriche si ottiene la spiritualità dell’artista che desidera assolutamente annullare la realtà attraverso figure geometriche e colori basilari.

Kandinskij nella sua pittura esprime tinte forti dal punto di vista espressivo anche se sono in contrasto, lui non accetta la realtà, ma trova conforto in un accentuato astrattismo. Altro esponente determinante dell’Astrattismo fu Piet Mondrian che odia la natura e non la vuole, ma si proietta in una spiritualità profonda, nelle sue opere cerca di realizzare un forte amalgama fra colori e forme che sfociano in forme geometriche perfette e dalle combinazioni di certi colori lui ottiene altri colori. Questo artista è molto condizionato dalle dottrine esoteriche e occulte, come la Teosofia e dal punto di vista geometrico nelle sue opere si ispira in parte al cubismo che è un movimento artistico nato in Francia in cui si realizzano divisioni e scomposizioni di figure geometriche solide.

Altro grande esponente dell’Astratismo fu Kazimir Malevic artista dell’Urss che creò un movimento artistico prettamente sovietico. Questo artista cercava di arrivare alla purezza del colore e del tema dell’opera ,eliminando ogni riferimento ad elementi figurativi.

Saggista e Critico d’Arte Dottore Roberto d’Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.