Templari: pillole di storia sui difensori del Santo Sepolcro di Gerusalemme

(DAM) Gerusalemme –  L’Ordine dei Cavalieri Templari fu fondato nel 1120, da Hugues de Payns e Goffredo di Saint-Omer, con l’appoggio del Re di Gerusalemme Baldovino II, protettore della Milizia  dei Poveri Cavalieri di Cristo e del Tempio di Salomone.

I Templari, dunque, nacquero come ordine cavalleresco laico, deputato alla protezione dei religiosi, alla cura del Santo Sepolcro di Gerusalemme. 

I Templari ottennero l’approvazione papale nel 1139 con la bolla pontificia “Omne datum Optimum”. 

L’Ordine si reggeva su una regola e una gerarchia ben precisa, caratterizzato da stili di vita molto rigidi (furono i primi inventori della cambiale, delle banche etc…) e votati alla difesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme. L’immagine più ricorrente nel sigillo Templare  rappresenta due soldati armati di lancia e scudi. Dal punto di vista figurativo i due personaggi rappresentano il dualismo universale: la duplice convivenza di Cristiani e Musulmani nella Terra Santa, la duplice identità dell’ordine, i Templari erano monaci e guerrieri e rappresentavano la duplice natura corporale e metafisica.

Altri studiosi vedono in questa simbologia  la duplice natura di un cavaliere che combatte e un altro che protegge le spalle al compagno per proteggerlo.

La croce Templare e ‘la Croce Rossa”, la troviamo nello scudo T

templare e negli abiti.Viene individuata come croce greca, ancorata e gommata.. 

Probabilmente sembra derivata dalla Croce dell’ordine del Santo Sepolcro,la croce di Gerusalemme, che la troviamo ancora nei Cavalieri del Santo Sepolcro.

Dott. Roberto d’Amato

Saggista storico e Critico d’arte