San Vito Chietino (Ch): intervista ad Osvaldo Paolucci, ristoratore di lungo corso

Paolucci Osvaldo Ristoratore di San Vito Chietino (Ch)

(DAM) San Vito Chietino (Ch) – Per la rubrica “Abruzzo Tourism: bed, food and drink” e il “personaggio del giorno”,conosciamo oggi un ristoratore di lungo corso, il signor Osvaldo Paolucci, ormai da decenni nel mercato del commercio e della ristorazione, a cui abbiamo posto le seguenti domande:

Chi è Paolucci Osvaldo? “Sono un ristoratore originario di Ortona di 60 anni. Sono un ex agente di commercio del settore vino e liquori. Da circa venti anni sono nel settore della ristorazione. Ho avuto già tre ristoranti tra cui Sergente Garcia a Caldari, Don Diego sempre a Caldari e attualmente Serafino a San Vito Marina”.

Da Don Diego a Serafino come mai questi nomi legati a film e telefilm di alcuni decenni fa? “Serafino è anche un film, ma soprattutto un classico nome dei pastori abruzzesi e sta a significare che la nostra cucina è prettamente locale abruzzese”.

Cosa ritiene che sia importante nel rapporto ristoratore – cliente? “È importante l’onestà e la trasparenza con un rapporto qualità prezzo equo”.

Cosa serve per migliorare la ristorazione nella nostra regione? Come dicevo, manca nella ristorazione abruzzese un rapporto equo col cliente, perché essi non sono limoni da spremere e ciò allontana gente dalla nostra regione che se ne va altrove”.

Copyright Abruzzo Tourism

Precedente Guardiagrele (Ch): la Necropoli di Comino e le grotte scavate nella roccia Successivo Giulianova (Te): il 6 maggio presentazione del libro “Giulianova da scoprire”