Marsilio proroga le zone rosse nella Valfino e nella frazione di Villa Caldari.

(DAM) Abruzzo – Sul fondamento dei rendiconti delle aziende sanitarie abruzzesi riguardo i contagi di Covid-19, il Presidente Marsilio ha stabilito di prorogare le maggiori restrizioni nei Comuni della Valfino (Arsita, Bisenti, Castilenti, Castiglione Messer Raimondo e Montefino) e nella frazione di Villa Caldari di Ortona.

La Asl di Teramo, in riferimento ai Comuni della propria circoscrizione, ha indicato come di primaria importanza la prosecuzione nelle misure limitative già in atto, in base agli esiti delle verifiche in corso. Anche l’azienda sanitaria teatina ha reso nota la necessità di mantenere tali divieti nella frazione di Villa Caldari per contenere la propagazione del virus; in questa contrada, infatti, il focolaio epidemiologico, non può definirsi ancora spento.

Nel pescarese, invece, si è riscontrata una progressiva diminuzione del numero di contagi in relazione anche alle zone più densamente popolate.

Pertanto i Comuni di Civitella Casanova, Elice, Farindola, Montebello di Bertona e Penne escono dai confini della zona rossa e terminano, quindi, le misure restrittive previste in queste aree, a partire dal divieto di allontanamento e di accesso al territorio comunale.

Maria D’Argento – Discovery Abruzzo Magazine

Precedente Coronavirus, "Diritti in Movimento", "Diapsi" e "Unasam" uniti per la lotta al Coronavirus con l'assistenza domiciliare. Successivo Cercasi raccoglitori agricoli. Coldiretti lancia la piattaforma "Job in Country"