L’Osteopatia e la Lombalgia a cura di Giulia Matricardi

L’Osteopata Giulia Matricardi che esercita sia in Abruzzo a Francavilla al Mare (Ch) che nel Lazio nei Castelli Romani

(DAM) Castelli Romani – L’osteopatia è una medicina non convenzionale riconosciuta dall’ OMS (organizzazione mondiale della sanità); inoltre dal dicembre 2017 è stata riconosciuta come Professione Sanitaria dallo Stato Italiano. E’ un sistema di diagnosi e trattamento che pur basandosi sulle scienze fondamentali e le conoscenze mediche tradizionali (anatomia, fisiologia, ect..) non prevede l’uso di farmaci né il ricorso alla chirurgia, ma attraverso manipolazioni e manovre specifiche si dimostra efficace per la  prevenzione, valutazione ed il trattamento di disturbi che interessano non solo l’apparato neuro-muscolo-scheletrico, ma anche cranio-sacrale (legame tra il cranio, la colonna vertebrale e l’osso sacro) e viscerale (azioni sulla mobilità degli organi viscerali).

Parliamo oggi della classica e mai scontata “Lombalgia”.

I dolori alla colonna vertebrale sono un disturbo abbastanza frequente.  La curva lombare è fortemente adattativa grazie alla notevole capacità di compensazione. La sua funzione è proprio quella di compensare il carico e le sollecitazioni dei 3 volumi tra i quali è interposta: bacino, cranio e torace.

Il più noto dei mal di schiena è il famoso “colpo della strega” che arriva intenso ed improvviso nella parte inferiore mentre si sta spostando un peso. Poiché il peso del corpo si è scaricato soprattutto sulla zona lombare, lo stato di sofferenza e i dolori che ne derivano vengono definiti “lombalgia”. In inglese, il dolore è definito in modo più appropriato low back pain” (dolore alla parte bassa della colonna). Il dolore è “a sbarra”, cioè trasversale nella parte lombare con possibile irradiazione al nervo sciatico (lombosciatalgia). Quando la lombalgia è cronicizzata può essere riacutizzata da determinate posture (ad esempio, stare troppo tempo in piedi nella stessa posizione, o seduti durante la guida in auto per lunghi percorsi) ma anche da ulteriori sollecitazioni come lo sport, il lavoro, disturbi viscerali, stress, eccessivo sovraccarico …

Questa patologia interessa almeno l’80% della popolazione almeno una volta nella vita. A soffrirne maggiormente sono le persone con un’età compresa tra i 30 e i 50 anni, ma non mancano casi di ragazzi che hanno meno di 20 anni. Le condizioni che possono determinarne la causa ed il persistere della lombalgia sono numerose, a volte anche non localizzate nella colonna vertebrale. 

Infatti L’Osteopata valuta tutti gli aspetti di una persona: posizioni ripetute ogni giorno, stress e sport che possono squilibrare il tono muscolare, presenza di ernie/ protusioni, scorretto atteggiamento posturale, sbilanciamento nell’appoggio plantare, problematiche di mal occlusione, problema viscerale che si ripercuote sulla struttura posteriore, aderenze cicatriziali che possono bloccare lo scorrimento delle fasce muscolari, situazione di ansia che irrigidisce il diaframma e si ripercuote sulla zona lombare, disfunzioni articolari di anca, ginocchio, caviglia, piede, interventi chirurgici, incidente d’auto che ha alterato la mobilità cervicale e quindi craniale, ecc…

Il trattamento osteopatico, che utilizza diverse tecniche (l’osteopata le sceglie a seconda della persona che ha di fronte e dei problemi da risolvere), comincia con l’esame di eventuali test diagnostici già in possesso della persona (radiografie, ecografie…), con una serie di test muscolari posturali e con l’osservazione e valutazione della colonna vertebrale e dell’equilibrio cranio-sacrale complessivo del corpo. Grazie a questo “esame” preliminare, il terapeuta individua la causa del dolore: è questa che verrà affrontata per prima, con le manipolazioni più adatte. (Andando oltre la sintomatologia riferita).  L’obiettivo fondamentale del trattamento osteopatico è di restituire all’organismo il ritmo, la mobilità e l’equilibrio nella dinamica cranio-sacrale che garantiscono il buon funzionamento degli organi e degli apparati

Per maggiori informazioni: http://vivigratis.com/offerte-salute/giulia-matricardi-osteopatia-e-massaggi/

L’Osteopata Giulia Matricardi

L’Osteopata Giulia Matricardi che esercita sia in Abruzzo a Francavilla al Mare (Ch) che nel Lazio nei Castelli Romani

Precedente La Psicologa Laura Lodi: "Gli adolescenti piccoli microcosmi in evoluzione" Successivo Intervista alla pittrice lancianese Marisa Orsatti

Un commento su “L’Osteopatia e la Lombalgia a cura di Giulia Matricardi

  1. L’equilibro cranio sacrale e il trattamento cranio sacrale non ha senso su questi blocchi lombare. Su questi blocchi funzionano essenzialmente le tecniche strutturale.
    Eddy Deforest
    Osteopath D.O., IWGS Parigi

    Fondatore del ROI

I commenti sono chiusi.