“Life is Movement!” Così diceva il padre dell’Osteopatia A.T. Still

(DAM) Francavilla al Mare (Ch) – Il motto chiave che mi ha fatto letteralmente innamorare di questa disciplina! Già perché sin quando c è movimento, c è vita, c è energia, tutto è possibile! Trovare un equilibrio psico-fisico ed esprimere la propria salute. Ed ecco che nel pratico ci colleghiamo al nostro corpo, allo Sport,  dove c’è una buona circolazione sanguigna c’è la salute. L’ importante è tenere i nostri muscoli funzionali per permettere il movimento delle articolazioni ad ogni età.

In ogni sport avremo indubbiamente una struttura che sarà maggiormente sollecitata rispetto ad altre; inoltre scompensi posturali, cadute sul bacino, vecchi traumi / fratture o interventi chirurgici possono ripercuotersi su tutta la mobilità articolare provocando dolore insieme a squilibri di tutto l’ assetto scheletrico. E Quindi Perché un’atleta ricorre al trattamento manipolativo osteopatico? “ Mantenere la piena efficienza dell’apparato muscolo scheletrico per affrontare al meglio ogni sfida sportiva “, è questo l’obiettivo di un qualsiasi atleta, amatoriale o professionista. Il trattamento manipolativo osteopatico aiuta a ripristinare, attraverso le diverse tecniche praticate, dal cranio-sacrale al viscerale allo strutturale … la massima mobilità e funzionalità dell’apparato muscolo scheletrico, di legamenti, fasce muscolari, capsule articolari, non solo! Bensì migliora l’adattamento posturale insieme alla capacità e ai tempi di recupero e ripresa di tutto l’organismo costantemente sottoposto a sollecitazioni e stress, riducendo così il dolore muscolare. Alcuni studi svolti sugli sportivi indicano come il trattamento osteopatico concorra nel diminuire l’utilizzo di antidolorifici nelle fasi post infortunio e nell’aumentare la forza dei muscoli della schiena.

Concludendo qualsiasi sia l’attività, qualsiasi l ‘età del soggetto, l’Osteopatia resta indispensabile nell’ ambito sportivo sia a livello preventivo come miglior rendimento della performance sia a livello post infortunio per una maggiore ed efficiente ripresa .

Salvo un trauma diretto , È estremamente consigliato non sovraccaricarsi mai con gli allenamenti ed arrivare in fase acuta con forte dolore, piuttosto porre attenzione ai segnali che il nostro meraviglioso corpo ci invia gradualmente.

Impariamo ad ascoltarci di più!

Per Info.: https://www.facebook.com/matricardigiulia/

Dott.ssa Giulia Matricardi – Osteopata

Precedente Pescara: al via l'XI Campagna per l'Armonia di Coppia Successivo "Coppia e......Cybersex" ce ne parla la Psicologa Alessandra Rosa