L’ importanza dell’alimentazione come prevenzione : mangiare sano ed equilibrato per vivere in salute.

La Nutrizionista Francesca Di Meco

(DAM) Chieti – Negli ultimi anni si è data molta importanza all’alimentazione e allo stile di vita sano, non solo per vivere una vita in salute ma anche per prevenire patologie. Si è visto, infatti, che l’alimentazione ha un ruolo fondamentale nella vita di tutti i giorni, il cibo può essere considerato un “fattore di rischio” a cui ci esponiamo più volte al giorno per tutti i giorni della nostra vita.

Mangiare troppo e/o in maniera non corretta, può causare sovrappeso, obesità, ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa, diabete e aumentare il rischio di malattie cardiovascolari, diabete e tumori (fonte ISS – Progetto Cuore).

Negli ultimi anni, oltre alle problematiche legate alla Sindrome Metabolica, si è visto come il preferire cibi ricchi in grassi o alimenti troppo elaborati possa provocare disturbi gastrointestinali (gastriti ricorrenti, sindrome da colon irritabile, gonfiore addominale).

Vivere “sempre di corsa” porta , molte volte, a dimenticarsi della salubrità dei cibi, rischiando , quindi, di assumere cibi di bassa qualità, poveri nutrizionalmente ma ricchi in grassi (soprattutto idrogenati) e zuccheri. Esiste, ad esempio, una stretta correlazione tra un pasto carico di zuccheri e grassi e il calo della concentrazione, a causa dell’appesantimento della digestione soprattutto a livello intestinale. Anche un’alimentazione troppo restrittiva o con uno squilibrio di nutrienti (diete lampo o iperproteiche ) provoca conseguenze, a volte anche gravi, se protratte nel tempo, si possono infatti verificare squilibri del sistema metabolico e/o gravi carenze nutrizionali o un sovraccarico dei sistemi renale e intestinale.

Un’alimentazione equilibrata prevede almeno 5 pasti al giorno (3 pasti principali e 2 spuntini), ogni pasto principale deve apportare una giusta dose di carboidrati, proteine, grassi e sali minerali in cui i nutrienti vengono ripartiti in base al nostro stile di vita e al tipo di attività svolta durante la giornata. in questo modo potremmo , da una parte tenere sotto controllo gli eventuali attacchi di fame (mantenendo il livello di glicemia costante) dall’altra evitare il sovraccarico di cibo ed aiutare la concentrazione.

Ogni alimento, nelle giuste dosi , può aiutare a mantenere il nostro stato di salute. Un consumo quotidiano corretto di frutta e verdura contribuisce ad avere la giusta dose di vitamine e Sali minerali, prevenendo da una parte i malesseri di stagione, dall’altra l’insorgenza di varie patologie. Si è visto come i finocchi e le carote (crude) ad esempio possano aiutare a mantenere un intestino sano e a prevenire il tumore del colon, o broccoli e cavolfiori che prevengono l’insorgenza di patologie tumorali grazie alla presenza degli indolo-glucosinolati.

Il famoso detto popolare “ il troppo storpia” si può applicare perfettamente all’alimentazione: senza eccedere in nessun nutriente e senza “demonizzare” alcun cibo, considerando l’equilibrio tra carboidrati, proteine, grassi e Sali minerali, possiamo modificare il nostro stile alimentare per prevenire le patologie e rimanere in salute.

A cura della Dott.ssa Francesca Di Meco Biologa Nutrizionista

Precedente Le fasi dell'antica tecnica della produzione della Ceramica di Rapino (Ch) Successivo Il Cosciotto di Agnello dell'Alto Sangro alla “Castellana”