Intervista all’imprenditore Piero Betti di Tornareccio

(DAM) Val di Sangro- Per la rubrica “Abruzzo Business e Conmerce”, abbiamo intervistato presso il Civico 20 RistorArtGallery di Roccascalegna l’imprenditore Piero Betti della azienda Fratelli Betti S.n.C. di Tornareccio che si occupa di arredamenti per attività enogastronomiche e ricettizie.


Ci parli della sua azienda…
“L’azienda nasce nel 1954 da una idea di mio padre che si chiamava Umberto che all’epoca fece un corso di frigorista a Chiavenna in Provincia di Sondrio, Lombardia. Tornato in Abruzzo decise di iniziare a produrre banchi frigo. Negli anni Ottanta, con l’arrivo di noi figli, Enzo, Piero e Raffaello, l’azienda si é ampliata, iniziando a commercializzare grandi impianti da cucina. Infine, negli anni duemila sono entrati nell’azienda anche i nipoti di Umberto, Umbero Junior e Matteo”.

Che cosa è cambiato negli ultimo 30 anni nel settore?
“Oggi bisogna curare maggiormente i rapporti col cliente che chiede dei servizi maggiori anche per sopravvivere nel mercato globale e virtuale”.

Di quale lavoro fatto va estremamente orgoglioso?
“Di tutti perché ogni nuovo cliente è un nuovo amico che entra nella grande famiglia della famiglia Betti”.

Avete qualche importante progetto aziendale a breve?
“Miriamo ad offrire un servizio di qualità che solo una azienda artigiana può offrire. Qualità italiana in un mercato globale dove si punta troppo alla vendita e poco alla cura del cliente”.

L’Imprenditore Piero Betti di Tornareccio (Ch)
Precedente Manoppello: "Wombat Sotto le Stelle" in ricordo di Emanuele Leonzi Successivo Lettomanoppello: Venerdi 19 luglio il belvedere del Corso intitolato a Falcone e Borsellino