Intervista ad Alessandro dell’Antica Neviera, la terrazza su Castel di Sangro che concorre alla Stella Michelin 2019

Il Ristorante Antica Neviera di Castel di Sangro

(DAM) Castel di Sangro (Aq) – In un antico palazzo restaurato che domina il centro storico di Castel di Sangro c’è il ristorante l’Antica Neviera che con una veranda panoramica, si adatta a ogni genere di evento dal più mondano al più romantico, dal pubblico al riservato sia in estate che in inverno.

Il locale che concorre per il 2019 per una stella Michelin a Castel di Sangro, si contraddistingue per una cucina ricercata di buona qualità con specialità tradizionali rivisitate sia abruzzesi, sia campane, sia di terra che di mare (su prenotazione). Il locale è adatto anche a vegetariani, celiaci ed intolleranti vari, secondo le nuove tendenze della cucina del XXI secolo.

Alessandro ed Emma, titolari del Ristorante Antica Neviera di Castel di Sangro

A tal proposito, abbiamo intervistato il titolare Alessandro, originario del casertano che da tre anni gestisce l’Antica Neviera:

– Ci parli di lei e del perché ha deciso di aprire una attività ristorativa a Castel di Sangro…

“Mi chiamo Alessandro, sono originario di Cellole in Provincia di Caserta e ho 36 anni. Ho deciso di aprire un locale qui perché mi sono innamorato dell’Abruzzo ed in particolare di Castel di Sangro, vivace centro urbano e commerciale dell’Alto Sangro in posizione strategica fra l’antica statale che porta a Napoli passando per l’Altipiano delle Cinque Miglia e la Valle del Sangro cuore economico del Centro – Sud Italia, collegata economicamente sia con la costa tirrenica sia con quella adriatica. Castel di Sangro è il centro di attività e servizi vicino a Roccaraso, Pescocostanzo, Rivisondoli e Pescasseroli, il cuore dello sci e degli sport invernali sull’Appennino e i parchi nazionali d’Abruzzo e della Maiella, dove vivono le più importanti specie animali e vegetali d’Europa Occidentale”.

– Ci parli brevemente del suo ristorante l’Antica Neviera… 

“Siamo in una dimora storica restaurata, adiacente a una antica neviera (da cui prende il nome) e trasformata in un ampio ristorante che può arrivare a 140 posti con ogni tipo di confort, parcheggio riservato, e una terrazza panoramica che domina dall’alto il borgo antico di Castel di Sangro, antica signoria feudale. La cucina è tradizionale sia abruzzese, sia campana con ricette ricercate rivisitate in chiave moderna, uso di prodotti freschi e a Km0 come la pasta all’uovo fatta a mano e la carne locale), un’ampia varietà di menù settimanali e stagionali. Siamo specializzati ad esempio nella preparazione di piatti con tartufi e funghi che sono un prodotto tipico della zona, come i “Paccheri a’ Scalinatella”. Possiamo venire incontro alle esigenze di ogni genere di clientela ed occasione, dalle feste, alle cene aziendali, fino ai buffet e alle cerimonie”. 

– Avete in futuro dei progetti in cantiere come la realizzazione di eventi per promuovere al meglio la vostra attività?

“Vogliamo realizzare periodicamente degli eventi sia enogastronomici che mondani sfruttando la frequentazione di molti vip romani e napoletani nella zona”. 

Un invito agli amici di Abruzzo Tourism a venire a trovarvi…

“Vi invitiamo a scoprire i tesori della affascinante Antica Neviera di Castel di Sangro”.

Il giorno dell’intervista l’Antica Neviera di Castel di Sangro ha ricevuto la visita di Ciro Giustiniani di “Made in Sud”. Qui nella foto con Emma e Alessandro dell’Antica Neviera
Precedente Carmine Di Donato organizzatore del premio "Terra d'Oro Cesare De Titta" 2018 Successivo I botti che liberano dal male e gli altri riti propiziatori del nuovo anno in Abruzzo