Il Porco della Merla a Trovigliano di San Valentino in Abruzzo Citeriore


(DAM) Trovigliano (Pe) –  Nel tardo pomeriggio, fino a sera26 gennaio la festa del Porco della Merla a Trovigliano di San Valentino, con canti, balli, chiacchiere davanti ai falò accesi per la quasi concomitanza del periodo dell’antichissima festa della divinità solare, con musica propiziatoria, riti, cibo a volontà fatto in casa (soprattutto di maiale, animale caro a Sant’Antonio Abate, a cui la festa è stata dedicata dall’associazione organizzatrice) e una  rappresentazione teatrale  in piazza del Sant’Antonio Abate che sconfigge il demonio.

Fuori faceva freddo, il clima giusto, e ci si riscaldava con dei rudimentali bracieri o cantando, mentre si assisteva alla rappresentazione folkloristica, mentre per mangiare era allestito in una casa colonica una tavolata col rinfresco di salumi e formaggi locali, vino con la frutta, pizza rustica e dolci tipici abruzzesi

Presente all’evento anche il Sottosegretario all’Ambiente della Regione Abruzzo, Mario Mazzocca.

Ma, vediamo uno scorcio della rappresentazione in piazza di S Antonio Abate (egiziano fondatore dell’ascetismo religioso cristiano, vissuto nel fervore religioso dell’Impero Romano del III secolo) che sconfigge il demonio:

Precedente Il giorno della memoria per Atessa. Il cuore grande degli atessani Successivo A proposito del Don Chisci@tte al Teatro Marrucino di Chieti

Un commento su “Il Porco della Merla a Trovigliano di San Valentino in Abruzzo Citeriore

I commenti sono chiusi.