Il Castello di Pereto sui Monti Carseolani domina la Piana del Cavaliere e la Tiburtina Valeria

Castello di Pereto (Wikipedia)
Castello di Pereto (Wikipedia)

(DAM) – Pereto – Lungo la catena dei Monti Carseolani, alle pendici del Monte Forcellese (1632 mt slm), al confine tra Abruzzo e Lazio, il castello – recinto del borgo medievale di Pereto (800 mt slm) domina la Piana del Cavaliere e l’antica Via Valeria. Il maniero è stato recentemente restaurato ed è visitabile.

Diverse famiglie nobiliari ebbero la proprietà del castello, tra cui: i Conti dei Mrasi, i feudatari di Ponte, i Conti Orsini e i Duchi Colonna.

L’elemento architettonico più imponente e antico è sicuramente il “maschio”, estremo baluardo che sorse intorno nel XII secolo sui ruderi di una struttura precede.

Il “maschio”, in blocchi di pietra squadrata, è suddiviso in cinque piani col corpo di guardia, i magazzini, le prigioni, gli appartamenti del signore, e nell’ultimo piano la vedetta con le fortificazioni difensive.

Solo nel Quattrocento vennero edificate le altre due torri a pianta quadrata e il perimetro delle mura di comunicazione. Nella zona occidentale del recinto del castello, difeso da un fossato, era posto l’ingresso principale del maniero con lo stemma della famiglia Orsini ancora oggi in bella vista. Nella parte orientale, invece, era posta la scaletta di accesso al camminamento di ronda.

Stefano Muzi

Copyright Abruzzo Tourism

Precedente Circoli "Artis Bar". la nuova rete dei locali uniti per spettacoli ed eventi Successivo Ovindoli, abete morto trasformato in scultura a forma di orso marsicano