Giulianova: “levata di scudi” contro la chiusura dell’Ospedale “Maria Santissima dello Splendore”

L’ingresso principale dell’Ospedale Maria Santissima dello Splendore di Giulianova

(DAM) Giulianova – Levata di scudi di Giulianova e di tutti gli altri comuni della costa teramana, Silvi, Pineto, Roseto Tortoreto, Alba Adriatica e Martinsicuro, contro la chiusura dell’ospedale “Maria Santissima dello Splendore” di Giulianova, considerato dai cittadini di vitale importanza, poiché pressoché unico sulla costa che in estate raggiunge circa un milione di abitanti fra residenti e turisti.

A tal proposito, riceviamo e pubblichiamo da Fabio Raschiatore, amministratore del Gruppo Facebook “Sei Giuliese se”e uno dei promotori dell’iniziativa:

E’ stato firmato un documento poi portato in regione – ha annunciato Raschiatore – di opposizione alla chiusura dell’ospedale giuliese e a favore della realizzazione di un nuovo ospedale di Primo Livello. Giovedì 20 Aprile alle ore 21:00 – ci ha comunicato Fabio Raschiatore – si terrà una riunione aperta a tutti presso il Centro Commerciale “I Portici” di Giulianova (TE). Nella riunione verranno discusse le varie modalità di protesta che la cittadinanza tutta intraprenderà in difesa dell’ospedale “Maria Santissima dello Splendore”. Ricordiamo a tutti – ha proseguito il Raschiatore – che l’ospedale  in questione è l’unico presidio sulla costa della provincia di Teramo. Pertanto, 120 km con 200 mila abitanti (che in estate diventano un milione), vengono assistiti da questo ospedale”.

Di seguito il link del testo della petizione indirizzata al Governatore della Regione Luciano D’Alfonso e al manager Silvio Paolucci “No alla chiusura dell’ospedale di Giulianova (Te), “Maria Santissima dello Splendore”, firmata da “i cittadini della costa teramana”: http://petizionepubblica.it/mobile/pview.aspx?pi=IT82154

Copyright Abruzzo Tourism

Precedente Tollo (Ch): intervista alla ristoratrice Angy Rossi Successivo L' Eremo di San Bartolomeo di Legio