Entro il 2018 dovrebbe nascere la Camera di Commercio “Gran Sasso d’Italia”, la più estesa d’Abruzzo

 

Il Gran Sasso d’Italia  da cui prenderà nome la nuova grande Camera di Commercio (Wikipedia)

(DAM) L’Aquila – Entro l’anno in corso le Camere di Commercio di L’Aquila e Teramo, dovrebbero fondersi, dando vita alla Camera di Commercio “Gran Sasso D’Italia”, con 155 comuni, 618 mila abitanti, ben 79.474 imprese, e un patrimonio attorno ai 17 milioni di euro.

Se questo progetto andrà in porto, si costituirà la Camera di Commercio più estesa territorialmente d’Abruzzo.

Un’operazione che inizierà dal prossimo aprile e che si pone come obiettivo principe quello di “agevolare le imprese che operano sui due territori”, ha affermato, in una conferenza stampa, il Presidente della Camera di Commercio di L’Aquila Torrelli.

Presente alla conferenza di annuncio del progetto anche il Dottor Sofia, presidente della Camera di Commercio teramana, secondo cui “ in tal modo si rafforza il protocollo d’intesa stipulato già nell’anno 2014 dalle due Camere di Commercio, mirante ad una fattiva collaborazione tra territori che hanno molte affinità geografiche ed esigenze in comune”.

Il primo passo sarà l’avviamento dell’iter tecnico per la formazione del nuovo consiglio camerale.

Stefano Muzi – Discovery Abruzzo Magazine

Precedente Nicola Convertino, il patron di "Sanremo Music Awards" di Sant'Elpidio a Mare (FM) Successivo Lettomanoppello (Pe): domenica 28 gennaio, 6° rassegna folkloristica abruzzese de "Lu Sant'Antonie" al Teatro "G. De Rentiis"