Corso Mazzini, moria di gatti a Vasto

DAM-VASTO. Moria di gatti a Vasto, in pochi mesi ne sono morti una decina. Una residente segnala la pericolosità dell’area e sollecita l’apertura di un gattile.

 

10 gatti morti nel giro di pochi mesi in corso Mazzini, a Vasto. È questo lo scenario che li ha visti avvelenati, investiti dalle auto o semplicemente scomparsi. L.P., una residente, segnala la pericolosità di Corso Mazzini per i randagi e in particolare, della strada che porta all’Agip.

«Io e la mia famiglia ci prendiamo cura di alcuni randagi che sono sotto casa nostra», dice L.P., «L’anno scorso sono nati 4 cuccioli, purtroppo sopravvissuti solo pochi mesi: uno dei mici è stato avvelenato, uno morto investito e gli altri due scomparsi nel nulla.


Per farvi un sunto sono praticamente morti tutti, quasi dieci gatti nel giro di un anno. Mi sento di scrivervi perché il randagismo è un problema serio, perché bisognerebbe sensibilizzare l’opinione pubblica alla sterilizzazione, che al momento è tutto ciò che possiamo fare affinché meno creature siano esposte al rischio di essere investite. Abito in Corso Mazzini, la strada è molto trafficata e c’è un serio problema di vetture che superano abbondantemente il limite di velocità, sia di giorno che di notte.
Sarebbe opportuno installare dei rallentatori. Abbiamo trovato tanti mici morti investiti, e nessuno che si preoccupi di rimuoverli, a parte poche persone come me, i miei famigliari e alcuni volontari. Rivolgo un appello alle istituzioni e al sindaco per tutelare maggiormente i randagi, per promuovere ed attuare una campagna di sterilizzazione e anche per la realizzazione di un gattile».

Notizia già diffusa da Zonalocale
Lettera in redazione

 

Precedente La Psicologa Alessandra Rosa "Impariamo a Ridurre l'Ansia" Successivo Manolo Monopoli (massaggiatore della Vastese) " vi spiego io l'importanza dello stretching"