Chieti: sabato 6 luglio seminario di difesa personale col coltello tracciante “marker knife”

(DAM) Chieti – Sabato 6 luglio, presso la palestra della scuola di arti marziali “Urban Fight Club”, sita in zona Santa Filomena, in Via Vella, a Chieti Scalo, si terrà a cura del Maestro Francesco Picaro, responsabile della scuola e psicologo dello sport e mental trainer, il seminario sul “marker knife”, coltello tracciante che lascia un segnale visivo rosso quando tocca una superficie. La “Urban Fight Club” è stata la prima scuola in Abruzzo a portare questa tecnica di allenamento che permette un feedback immediato.

Il seminario è rivolto a neofiti e a istrutori di difesa personale che vedranno praticamente cosa bisogna fare quando ci si trova di fronte a un’arma bianca. 

A tal proposito, ha commentato il Maestro Francesco Picaro: “Questa iniziativa serve a discernere il maniera oggettiva le migliori difese da attacco coltello. Nel panorama marziale a volte si vedono cose molto coreografiche che però non funzionano per cui è il momento per coloro che si richiamano all’area reality-based, di confrontarsi, uscendo dalla propria zona di comfort per stabilire le migliori tecniche da applicare. Ed è per questo che il seminario oltre ai neofiti ed allievi è aperto anche a maestri, al fine di potersi cimentare ed affinare i propri protocolli di allenamento, al fine di creare una comunità marziale, in ambito di difesa personale più consapevole”. 

Ci si può prenotare all’evento tramite Whatsapp al numero 329.0335783. 

Precedente Bolognano: il 6 e il 13 luglio le prossime "giornate ecologiche" GEAV Successivo Avezzano: "Paura di fallire e capacità decisionale" di Paola Compagno, psicologa psicoterapeuta