Chieti: le poesie di Toppi e Valignani alla Villa Comunale raccolte nel libro di Carlo Mascitelli

La copertina del libro sul Viale dei Sonetti nella Villa Comunale di Chieti di Carlo Mascitelli

(DAM) Chieti – In occasione degli ultimi restauri fatti alla Villa Comunale di Chieti, Carlo Mascitelli ha pubblicato l’opera letteraria “Viale dei Sonetti nella scenografica Villa Comunale di Chieti”.

Il Teatino Carlo Mascitelli, oltre a questo ha già scritto un libro su Chieti e Provincia; “La Processione del Venerdì Santo a Chieti”, “Il Monachesimo in Abruzzo” e altre ricerche sul Casone di Brecciarola. Inoltre, ha pubblicato un testo di educazione artistica per le scuole medie “Saper Vedere”.

Viale dei Sonetti è l’ultimo tratto del viale alberato della Villa, perla naturale in stile “Belle Epoque”, pressoché unica in Abruzzo che si può ammirare nel cuore del centro storico dell’Antica Teate Marrucinorum.

A tal proposito, ecco un commento che l’autore fa nel suo libro sul Viale dei Sonetti alla Villa Comunale di Chieti:

la riqualificazione ambientale del Viale dei Sonetti ha ulteriormente valorizzato il palcoscenico spettacolare e scenografico della Villa Comunale. Al visitatore che si accosta per la prima volta a questo scrigno, riesce difficile trattenere l’emozione di fronte al caleidoscopio di immagini e di colori, custodito dalla ricca profusione di bellezza e d’arte.

Questi ambienti appartengono alla storia dell’intera comunità per ricordare il furtto delle fatiche dell’uomo. Esse rappresentano quindi un patrimonio che è in sintesi di un passato di cultura, ma che vorremmo fosse una ricchezza anche per l’oggi della società, come parte della sua memoria e della sua identità intellettuale.

Nella progettazione per la “riqualificazione architettonica e ambientale della Villa Comunale”, l’Arch. Dario Di Luzio e l’Ing. Angelo Di Monte hanno pensato di inserire lungo il manto stradale delle fasce in bronzo con lettere a rilievo riproducenti alcuni sonetti dei due letterati chietini Giuseppe Toppi e Federico Valignani”.

I sonetti di questi due grandi letterati teatini possono essere ammirati da vicino non solo soffermandosi a leggerli lungo il viale della Villa Comunale, ma possono essere consultati in qulasiai momento, anche a casa propria, leggendo l’opera di Carlo Mascitelli.

La Redazione di Discovery Abruzzo Magazine

Precedente Alba Adriatica (Te): stasera Dj Set e festa di San Martino al Malviento Successivo Pescasseroli (AQ): gara sociale di salto ad ostacoli per i bambini al Centro Ippico Vallecupa