Chieti: il concetto di Wellness by “Old Style Fit”

(DAM) Chieti – Inauguriamo la nuova rubrica “Abruzzo Wellness” con un articolo scritto dallo staff di “Old Style Fit” di Chieti Scalo sulla differenza generale fra il FITNESS e il WELLNESS. Lo staff curerà una serie di articoli specialistici del settore per la nostra redazione.

Oggi si parla tanto di FITNESS e siamo bombardati costantemente dalla nascita di nuovi brand che promettono risultati mirabolanti in poco tempo. Cominciamo con il fare una classificazione base della terminologia che spesso ascoltiamo e che usiamo poi in modo errato tra ATTIVITÀ FISICA, ESERCIZIO FISICO e SPORT.

Secondo la definizione dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) per ATTIVITÀ FISICA si intende ogni MOVIMENTO CORPOREO prodotto dai muscoli scheletrici che comporti un dispendio energetico, incluse attività effettuate lavorando, giocando dedicandosi alle faccende domestiche, viaggiando ed impegnandosi in attività ricreative.

L’ESERCIZIO FISICO è una “sottocategoria” di attività fisica, caratterizzata dal fatto di essere pianificata, strutturata, ripetitiva e volta a migliorare o a mantenere uno o più aspetti della forma fisica.

Lo SPORT è un’attività fisica che comporta situazioni competitive, strutturate e sottoposte a regole, anche se in molti Paesi europei il termine “sport” comprende anche vari tipi di attività ed esercizio fisico effettuati nel tempo libero.

Dopo questa opportuna differenziazione si può cominciare a parlare di FITNESS.

Cosa è il FITNESS?

Fitness o FORMA FISICA, ovvero una serie di attributi quali resistenza, mobilità e forza correlati alle capacità di praticare attività fisica. Noi preferiamo non usare questo termine, innanzitutto perché è restrittivo nel suo significato, in secondo luogo perché oggi viene usato nella sua accezione “negativa” per indicare dei brand o delle strutture di ultima generazione.

Noi preferiamo il termine WELLNESS, che nasce come l’insieme di due termini “well being” e “fitness”.

L’OMS ha definito recentemente lo STATO DI SALUTE OTTIMALE o WELLNESS come stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia (una definizione che porta il Wellness psicologico ad affermarsi come diritto).

Per secoli sia la medicina che la psicologia si sono concentrati soltanto ed unicamente sulla malattia e sul metodo migliore per risolverla, curare e guarire.

Solo negli ultimi anni si è sentito parlare di PREVENZIONE come attività e comportamenti diretti ad evitare situazioni che possano scatenare malattie o patologie, per giungere poi alla recente finalità che ha come scopo qualcosa di più ampio e completo della semplice sanità mentale e corporea per parlare finalmente di BENESSERE.

Quindi perché scegliere questo approccio?

Semplicemente perché esistono delle evidenze scientifiche che hanno rivoluzionato e aggiornato il mondo dell’esercizio fisico.

Come seguire questa via? Quanto è importante affidarsi a persone competenti?

È importante sicuramente partire dalle basi, ovvero bisogna essere educati al movimento: tenere presente che prima di partire con un protocollo di allenamento è importante possedere tutti gli schemi motori di base (camminare, correre, tirare e spingere, rotolare, strisciare ecc ecc) che purtroppo vanno persi con il normale processo fisiologico di invecchiamento o con stili di vita sbagliati o poco corretti.

Una volta acquisiti o riacquistati questi schemi si potrà passare allo step successivo, ovvero scegliere a quale metodo approcciarsi.

Anche qui l’interrogativo spontaneo: come fare?

Tenendo sempre presente il concetto di WELLNESS e quindi scegliere di conseguenza, tenendo conto che il miglior allenamento è quello che non tralascia nessuna capacità e che quindi non allena solo la forza o la resistenza, ma anche la mobilità articolare, la postura, l’equilibrio, la propriocezione (capacità di percepire il proprio corpo nello spazio), il lavoro asimmetrico, l’elasticità mentale, la costanza e la CONSAPEVOLEZZA di ciò che si sta facendo.

Un altro punto importante è senza dubbio il monitoraggio del vostro percorso: è necessario prima di cominciare un percorso verso la WELLNESS testare quelle che sono le vostre capacità e funzionalità con dei test specifici che riguardano le capacità sopracitate.

È una scelta che purtroppo oggi diventa difficile, visto quanto siamo bombardati da falsi miti che tempestano il mondo del fitness e quanto oggi questo ambiente e chi ci lavora, venga preso poco sul serio, poiché appunto nella maggior parte dei casi si è ancora legati a vecchie metodologie e al modo di cercare di fare “iscrizioni”.

Per questo abbiamo deciso di dare vita a questa rubrica, dove vogliamo, senza nessuna pretesa, fare un po’ di informazione o creare un terreno fertile per evolverci, spiegare e far conoscere cosa è il mondo del WELLNESS.

Parleremo di salute ed esercizio fisico, dell’esercizio fisico come farmaco, riporteremo qualche caso che noi seguiamo nel nostro studio, parleremo di patologie croniche alle quali è possibile associare l’esercizio fisico e di preparazione atletica.

Le componenti del Wellness secondo English Wikipedia

Lo Staff di “Old Style Fit”

Precedente Pescara (Pe): Venerdi 19 gennaio (h 19.00), la selezione di “Sanremo Music Awards” all' “Auditorium Flaiano” Successivo A Pescara parte "Sacred Body", primo laboratorio di Teologia del Corpo di Giovanni Paolo II