Capestrano: intervista al giovane imprenditore Augusto Di Fiore

Il giovane imprenditore di Capestrano Augusto Di Fiore
Il giovane imprenditore di Capestrano Augusto Di Fiore
(DAM) – Capestrano (AQ) – Abbiamo intervistato Augusto Di Fiore, giovane imprenditore che ha deciso recentemente di aprire un ristorante al centro storico di Capestrano, nella piazza dove è sito lo storico Castello “Piccolomoni”. Anche il locale prende proprio il nome de “Il Castello”.
Ma, sentiamo cosa ha dichiarato ai nostri microfoni il ristoratore di Capestrano:
Chi è Augusto Di Fiore?
“Sono è un giovane imprenditore di 23 anni che insegue il sogno di diventare un ristoratore di livello fin da bambino; grazie anche ai valori e agli insegnamenti ricevuti dai miei genitori, il mio desiderio pian piano si sta realizzando. Nonostante la giovane età, ho avuto molte esperienze all’estero che hanno fatto di me una persona molto socievole. Svolgo la mia vita e il mio lavoro con semplicità, armonia e determinazione”.
Che progetto avete con la vostra impresa?
“Personalmente ho iniziato a dedicarmi alla mia attività di ristorazione dal gennaio 2015, rilevando l’attività situata a Capestrano nella piazza del Castello, precedentemente gestita dai miei genitori. Ad oggi sono il responsabile a tutto tondo dell’azienda, mi sento fortemente orgoglioso per il lavoro che insieme ai miei collaboratori svolgo ogni giorno. È nato un bel progetto con delle idee chiare fin dall’inizio: qualità, territorialità e tipicità. Noi cerchiamo sempre di utilizzare i prodotti di aziende locali per garantire ai nostri clienti freschezza e alta qualità”.
 Capestrano è un paese molto noto per la statua del suo guerriero, ma c’è anche altro da vedere…
“Capestrano é noto in primis per il guerriero, ma c’è molto altro da vedere: partirei dal nostro splendido Castello situato nella piazza principale, visitabile gratuitamente ogni giorno; inoltre abbiamo un’ importante figura assieme al guerriero, quella di San Giovanni, raffigurata nel convento.  A mio parere Capestrano unisce cultura, natura e storia. Infine, Abbiamo il fiume più pulito d’Europa e più visitato dai turisti nei mesi estivi.  L’unica nota dolente che mi sento di prendere in considerazione é il fatto che il paese non viene promosso abbastanza in senso turistico  per tutta la sua bellezza”.
 Cosa si sente di dire alla politica nazionale e regionale?
“Beh parlando di politica, sinceramente non sono molto preparato, ma l’unica cosa che mi sento dire é che io sono un cittadino italiano che intende pagare le tasse per migliorare il Paese, però farlo nel modo giusto e non in modo esagerato. Spero che un giorno le nostre piccole/medie imprese possano avere un po’ di ossigeno in più per poter investire sul proprio territorio e sui propri valori”.
Copyright Abruzzo Tourism
Precedente Il Segretario Generale Territoriale Uil Polizia Penitenziaria, Mauro Nardella, sulla situazione carceri abruzzesi Successivo Stragolapreti Salsiccia Ricotta e Zafferano di Castel del Monte (Aq)