A proposito del Don Chisci@tte al Teatro Marrucino di Chieti

(DAM) Chieti- Grande successo al Teatro Marrucino di Chieti per lo spettacolo “Don Chisci@tte” di Nunzio Caponio, domenica 27 gennaio  al Marrucino di Chieti, interpretato da Alessandro Benvenuti nel ruolo di Don Chisciotte e da Stefano Fresi in quello dello scudiero Sanchio Panza, con adattamento e regia di Davide Iodice.

L’opera è una  trasposizione attuale tragicomica, liberamente ispirata al “Don Chisciotte della Mancia” di Miguel de Cervantes, dove i mulini a vento si sono trasformati in moderni mostri da affrontare e sconfiggere nel crudo, freddo e cinico vissuto quotidiano, delle creature subdole che si nutrono dell’omologazione e del qualunquismo  culturale materialistico.

Spesso, l’unico modo per sopravvivere alle brutture della vita, è proprio vestire i panni di Don Chisciotte, il cavaliere che lotta per degli ideali, per delle battaglie a volte anche grottesche, e pressoché impossibili da realizzare, anche solo per preservare dei valori antichi che rischiano di scomparire, come l’essenza stessa pensante dell’identità dell’essere umano e dunque la sua stessa dignità di uomo pensante, il cosiddetto “Cogito Ergo Sum” di cartesiana memoria.

Tila Lara – Discovery Abruzzo Magazine

Precedente Il Porco della Merla a Trovigliano di San Valentino in Abruzzo Citeriore Successivo "Essere psicoterapeute in un Centro antiviolenza" della Dott.ssa Sara Di Giovanni