Roccaraso: Alessandro Bucci ci parla della vita in una baita

La Baita di Alessandro Bucci

(DAM) Roccaraso (AQ) – Nell’Alto Sangro è possibile passare un soggiorno montano in una baita, come nelle migliori località del turismo alpino. D’altronde, la baita in montagna, immersa nella natura, ha un fascino intramontabile.

In inverno, in virtù della neve che col camino acceso crea un ambiente ovattato, e in estate grazie ai boschi verdi che circondano queste casette in legno, le vacanze in baita sono l’ideale per tutti, sia per le famiglie con figli piccoli che possono divertirsi all’aperto, sia per gli innamorati che cercano la situazione romantica, isolati in una stanza col fuoco acceso del camino, sia per gli sportivi che cercano un punto di appoggio, di ristoro e riposo per lo sci, le lunghe camminate con le ciaspole o per il trekking in estate.

Ovviamente, a Roccaraso, la “Cortina del Sud” non possono di certo mancare delle baite in quota e infatti ce ne sono diverse. A tal proposito, noi abbiamo intervistato Alessandro Bucci, titolare di una di queste “casette di montagna”:

Foto storica con Boris Bucci e Alessandro Bucci

Chi è Alessandro Bucci?

Sono il titolare della “Baita”. Sono nato e vissuto a Roccaraso”.

Ci parli in breve della sua attività….

L’attività si svolge in primis come ristorante, abbiamo un bar e un nolo sci, dove si possono affittare ciaspole e attrezzatura per praticare sci di fondo”.

Avete qualche specialità?

La nostra cucina è casereccia. I nostri piatti

Alessandro Bucci con consorte

sono bruschette e antipasto tipico abruzzese, ma è anche molto richiesta la nostra polenta con salsiccia al sugo o spuntature di maiale (tracchia) ,carne alla brace, scamorza e scamorza con prosciutto, sono i primi che mi vengono in mente”.

Ci parli in breve dell’attività che svolgete alla Baita oltre la ristorazione…


“Per il fondo durante la stagione invernale tracciamo tre anelli che sono da 1 km. 3 km e 5 km. Qui si pratica fondo classico oppure la tecnica Schetting. I nostri maestri vengono dalla scuola di sci di Pescocostanzo “ Bosco di Sant’ Antonio”.

Questa baita ha una storia?

La baita nasce circa quarant’anni fa. E’ stata fatta da Bucci Franco (mio padre scomparso due anni fa) e Bucci Boris, amici da una vita e poi soci. Dal 2011 lo gestisco io con mia moglie e i miei figli”.

Franco Bucci davanti al camino

Come è cambiato nel corso del tempo il turismo a Roccaraso?

Il turismo è aumentato nel corso degli anni e Roccaraso oggi ha delle piste che ritengo spettacolari, collegamenti da Monte Fratello all’Aremogna – Pizzalto e viceversa”.

La Redazione di Discovery Abruzzo Magazine

Pronti via ciaspolate a go go

Precedente Scanno (Aq): Il genetista di fama mondiale Salvatore Ceccarelli all'Auditorium “Guido Calogero”, sabato 17 marzo 2018 alle 17.30 Successivo Intervista al Campione del Mondo di Pizza Napoletana S.t.g., Giuliano Bucci, titolare de “La Fattoria” di Roccaraso